In questa pagina trovate alcune tipologie di abbigliamento tradizionale con cui posso presentarmi ai vostri eventi, sia per quanto riguarda la cornamusa scozzese che per quanto riguarda inveceil Baghèt.

 

Tengo però a far presente che quelli qui sotto sono solo alcuni esempi, quelli che normalmente uso io, soprattutto per quanto riguarda l'abbigliamento scozzese che ha una possibilità di combinazioni molto ampia. Questo stile si è infatti evoluto durante i secoli dal primitivo plaid, antenato del moderno kilt e avvolto intorno ai fianchi, fino all'abbigliamento formale, informale e militare dei giorni nostri. L'abbigliamento scozzese infatti non è da considerarsi un costume tipico nel senso comunque del termine, cioè uno stile di abbigliamento in uso nel passato e rimasto inalterato da allora. Al contrario, è uno stile vivo e in continua evoluzione!

Per il Baghèt si tende invece a utilizzare uno stile di abbigliamento ispirato al mondo contadino e pastorale dell'Ottocento lombardo, e quindi a un ambiente povero e non certo sofisticato come la nobiltà britannica, territorio in cui si è evoluto maggiormente lo stile scozzese civile attuale, accanto allo stile nato invece nell'ambiente militare. Per questo motivo la scelta è più limitata, anche se pure in questo caso si può ovviamente variare qualcosa, come camicia, pantaloni oppure aggiungendo o togliendo accessori. 

Inutile dire che, sia con l'abbigliamento scozzese che con quello nostrano, la scelta dello stile può essere influenzata anche dal clima. Difficilmente in piena estate mi vedrete vestito con pantaloni e gilet di velluto pesante, magari con tanto di mantello di feltro, oppure con giacca pesante e plaid per quanto riguarda l'abbigliamento scozzese. A meno che non sia un'estate fresca, la scelta sarà sempre per qualcosa di più leggero, pena il ricovero in ospedale... 

 

 

 

 

 

 

 

© Copyright 2018 Ottavio Gusmini – Tutti i diritti sono riservati