baghèt, cornamusa bergamasca o lombarda

In questa pagina vi presento un po' il mio repertorio con entrambi gli strumenti, sia la cornamusa scozzese che il Baghèt.

In questo modo potete farvi un'idea di cosa potrei suonare al vostro evento e anche del genere di brani che potete richiedermi.

Mi limiterò comunque a segnalarvi il tipo di brani che suono, magari con qualche esempio ma senza darvi un elenco completo dei titoli. 

Questo semplicemente perché come per ogni musicista che si rispetti il mio repertorio è in costante divenire, nel senso che sono perennemente alla ricerca di nuovi brani da studiare, abbandonando magari brani vecchi, che alla lunga stancano. In ogni caso alcuni brani, per così dire i grandi classici, devono essere obbligatoriamente sempre presenti nel repertorio di un piper, e non mancherò di segnalarvi almeno quelli.

Se non l'avete già fatto, vi invito a visitare anche l'apposita pagina, in cui trovate un buon numero di registrazioni da me fatte sia con la cornamusa scozzese che con il Baghèt. La visita vi servirà per sentire un po' di brani che magari non conoscete, ma anche ovviamente per farvi un'idea di come suono. 

Benissimo, iniziamo con il repertorio per cornamusa scozzese.

Per questo strumento sicuramente i brani tradizionali sempre in repertorio sono "Scotland the Brave", "Green Hills of Tyrol", "When the Battle is O'er", "Highland Cathedral" e "Amazing Grace".

Accanto a questi però esiste tutto un universo di brani, tradizionali e non, che rendono la cornamusa adatta ad essere suonata in molteplici contesti. Si va dalle classiche marce e arie lente, adatte un po' a tutte le occasioni, fino alle danze come Jigs, Reels, Strathspeys e Hornpipes.

Ancora, nel caso di un matrimonio sicuramente si può suonare la marcia nuziale di Wagner, mentre per un funerale lamenti, arie lente e inni sono sicuramente i più indicati. In alcune rare occasioni si può arrivare a suonare anche un piobaireachd, cioè quella che di fatto è considerata la musica classica per cornamusa scozzese e di cui parlo nella pagina dedicata a questo strumento. 

Accanto a queste forme tradizionali, per occasioni meno formali la cornamusa si presta anche all'esecuzione di alcuni brani diciamo più "commerciali", che ben si adattano a situazioni di puro intrattenimento. Per esempio si possono suonare alcuni brani tratti da colonne sonore, come "The Gael", "Braveheart" o "Star Wars", piuttosto che brani pop o rock come "Mull of Kintyre", "We Will Rock You" e "The Lion Sleeps Tonight". 

Nel caso ve lo chiediate, la cornamusa scozzese è invece poco adatta a suonare brani natalizi, soprattutto a causa del timbro squillante e del volume non esattamente delicato. In ogni caso alcuni brani (pochi) possono essere eseguiti con buoni risultati, quindi volendo si può prevedere un intervento anche in eventi legati al Natale, nel caso abbiate esigenze coreografiche che facciano prediligere la cornamusa scozzese rispetto al Baghèt. 

Insomma, ce n'è un po' per tutti i gusti, basta che mi diciate cosa vi serve e cosa avete in mente e sicuramente grazie alla mia lunga esperienza in campo musicale saprò consigliarvi al meglio sulla scelta dei brani!

Per quanto riguarda invece il Baghèt, tanto per cominciare è uno strumento molto più indicato per il repertorio natalizio, con un nutrito numero di brani tradizionali anche originali per lo strumento, a volte vecchi di alcuni secoli, e la possibilità di eseguire anche alcuni brani natalizi più recenti e famosi in tutto il mondo. 

Accanto ai brani legati al Natale, il repertorio per Baghèt presenta un buon numero di marce, canzoni popolari e danze come valzer, mazurche, polche, manfrine, scottish e via dicendo, che lo rendono adatto ad essere suonato in occasioni per così dire "allegre", come sagre di paese e rievocazioni storiche del periodo dall'Ottocento al primo Novecento. 

Per quanto mi riguarda, io mischio brani tradizionali, comuni un po' a tutti i baghetér (suonatori di Baghèt), con altri di mia composizione. Oltre all'attività concertistica infatti sono impegnato anche nella composizione di nuova musica per questo strumento, convinto come sono che questa serva a dare nuova linfa vitale a uno strumento che altrimenti rischia di venire legato solamente al passato, diventando quindi anacronistico.

Quest'attività compositiva, unita a quella didattica, mi ha portato anche a pubblicare un metodo per l'apprendimento del Baghèt dal titolo "Suna ol Baghèt" ("Suona il Baghèt" in dialetto bergamasco), metodo che raccoglie anche ben 17 brani inediti di difficoltà progressiva per questo strumento. Nel caso vi interessi, il metodo è facilmente acquistabile online, oppure lo si può ordinare presso più di 4.500 librerie fisiche su tutto il territorio nazionale, incluse quelle di importanti catene come Mondadori, laFeltrinelli, Hoepli, Fnac e simili.  

Tornando al repertorio, oltre ai brani natalizi e a quelli popolari del Nord Italia, il Baghèt si presta a suonare anche alcuni brani tradizinali dei Paesi della cosiddetta "area celtica", specialmente quelli della Bretagna e soprattutto della Galizia, la cui cornamusa tradizionale, la Gaita gallega, è davvero molto simile al Baghèt sotto molti punti di vista. 

A differenza della cornamusa scozzese, il Baghèt non si presta invece quasi per nulla a essere suonato in cerimonie funebri, mancando totalmente di brani lenti adatti all'occasione, eccezion fatta per "Amazing Grace", che volendo può essere mutuata dal repertorio scozzese. 

In ogni caso, come per la cornamusa scozzese, anche per il Baghèt è sufficiente che mi diciate cosa avete in mente e saprò consigliarvi sulla scelta del repertorio da eseguire al vostro evento e sull'opportunità o meno di impiegare il Baghèt piuttosto che la cornamusa scozzese.  

Inoltre, nel caso vogliate un brano specifico che non ho in repertorio, posso prendere in considerazione l'idea di studiarlo apposta per voi, a patto di avere tempo a sufficienza per la preparazione (alcuni brani chiedono anni di studio...) e che sia un brano adatto allo strumento da voi richiesto. 

Se invece volete approfondire la conoscenza generale del repertorio per entrambi gli strumenti vi rimando alle pagine a essi dedicate specificamente: Cornamusa scozzese e Baghèt

  © Copyright 2018 Ottavio Gusmini – Tutti i diritti sono riservati